a POTENZA il chitarrista ROBERTO FABBRI in concerto presso l'Auditorium del Conservatorio "Gesualdo Da Venosa" nell'ambito delle CHITARRIADI

copFabbriAllevi_big

Domani, mercoledì 3 maggio, il chitarrista ROBERTO FABBRI sarà in concerto a POTENZA presso l’Auditorium del Conservatorio “GESUALDO DA VENOSA” (Via F. Tammone, 1 – ore 18.00 – ingresso libero) nellambito delle CHITARRIADI, un evento ideato dallo stesso Fabbri (da questo anno docente di chitarra classica presso il Conservatorio di Potenza) con il coordinamento del dipartimento di didattica dell’Istituto.

L’evento conclude una serie di incontri tenuti dal chitarrista e dai suoi allievi del Conservatorio all’interno degli Istituti Comprensivi: V. Alfieri di Laurenzana (PZ) G. Racioppi di Moliterno e Castelsaraceno, Sinisgalli (Pz), il concerto finale è quindi realizzato da tutti gli studenti degli Istituti partecipanti. I giovani studenti delle sei corde si metteranno alla prova come esecutori, insieme ai loro insegnanti, agli studenti del Conservatorio ed al quartetto Nexus (Paolo Bontempi, Roberto Fabbri, Luigi Sini, Leonardo Gallucci) che aprirà il concerto.

«Credo sia molto importante coinvolgere i giovani studenti di musica delle scuole medie musicali del territorio in eventi che rappresentino per loro non solamente un momento di confronto con ragazzi più grandi, che hanno deciso di intraprendere lo studio in Conservatorio, ma anche un’occasione di crescita e di stimolo a continuare nei loro studi musicali» dice Roberto Fabbri riguardo all’iniziativa.

Il concerto, attraverso cui Roberto Fabbri ed il Quartetto Nexus ripropongono il programma che li ha fatti conoscere ed apprezzare nelle più importanti Sale Accademiche di tutto il mondo, rappresenta uno spettacolo in cui la chitarra classica opera una fusione fra tradizione ed attualità in una parabola unica nel suo genere che riesce a portare l’ascoltatore dalle sonorità del mondo classico a quelle, apparentemente distanti, del pop. La prima parte si aprirà con la splendida suite Pulcinella” di Igor Stravinskji per poi passare alle frizzanti note delle “Danze Popolari Rumene di Bartok”. La seconda parte del concerto vedrà i brani originali di Roberto Fabbri e Paolo Bontempi.

Questi i prossimi appuntamenti di Roberto Fabbri finora confermati: 7 giugno concerto solistico al Festival Internacional de Guitarre de Ronda (Spagna); dal 26 giugno al 2 luglio sarà a New York (USA) per un concerto solistico ed un Master al “2017 New York Guitar Seminar at Mannes“; il 10 luglio concerto solistico “International Guitar Festival of the Island of Ré” (Francia).

L’ultimo singolo di Roberto Fabbri, “DON’T LET ME BE MISUNDERSTOOD”, è ispirato alle celebre cover dei Santa Esmeralda e anticipa l’uscita del nuovo album d’inediti previsto per l’inverno.

Il video è stato prodotto da Sony con la regia di Matteo Vicino, soggetto e sceneggiatura di Piero Balzoni, costumi di Maurizio Jovine, ballerine Elena Presti e Flaminia Candelori, Roberto Fabbri Guitar Quartet: Roberto Fabbri, Paolo Bontempi, Leonardo Gallucci e Luigi Sini. Tutti i chitarristi suonano delle chitarre Ramirez, le stesse che usava Andres Segovia e di cui Fabbri è il testimonial italiano.

[tube]https://www.youtube.com/watch?v=dge8URTAE3g[/tube]
https://www.youtube.com/watch?v=dge8URTAE3g

«Qualche tempo fa riordinando i mie vinili, ritrovo la versione disco dei Santa Esmeralda di Don’t le me be Misunderstood – racconta Roberto Fabbri – Da ragazzo mi aveva colpito per l’uso delle chitarre classiche, così la metto sul piatto e sin dalle prime note decido di realizzarne una versione per il mio ensemble. Essendo però un chitarrista classico, voglio dare unimpronta personale alla nuova versione, e l’ispirazione mi viene dalla visione del film su Paganini con protagonista il violinista David Garrret che proprio all’inizio del film si lancia in una virtuosa esecuzione del capriccio n.5. Ecco l’idea fondere il classico con il pop, unire Paganini ai Santa Esmeralda! La scelta della location, il ponte della musica di Roma, sta a significare proprio l’unione, sia fra generi musicali che fra le persone, i ponti uniscono, i muri dividono… In questa ottica ho affidato così allo sceneggiatore Piero Balzoni l’idea da cui è poi nato il soggetto: un musicista classico di strada con una ballerina, cui vengono incontro dei musicisti gitani, dallo scontro iniziale nasce l’incontro, perché la musica fa superare qualsiasi barriera, qualsiasi preconcetto, va oltre e la splendida regia di Matteo Vicino è riuscita a trasmettere questo messaggio».

Il suo ultimo disco “Nei tuoi occhi, disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle piattaforme streaming, è una raccolta di 17 composizioni inedite in cui ognuna narra una storia, un sentimento, un luogo o un avvenimento con lobiettivo di riportare la chitarra classica al grande pubblico e negli importanti cartelloni concertistici. Il disco comprende “Fantasia sin palabras”, la composizione commissionata a Roberto Fabbri dal XXVI Festival Internacional Andrés Segovia 2012 di Madrid. Fabbri ha firmato un contratto con l’etichetta Sony Classical (distribuita da Sony Music in Italia e nel mondo), ed è l’unico italiano a far parte dell’esclusivo gruppo di chitarristi classici Sony formato da Julian Bream, John Williams, Los Angeles Guitar Quartet e Sharon Isbin.

www.robertofabbri.com
www.facebook.com/RobertoFabbriTheGuitarist?fref=ts

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...