SCAMPIA MUSIC FEST | DOVE L'ARTE VIVE | 14/15 SETTEMBRE

MINISTRI_-_Foto_di_Chiara_Mirelli_10_alta

SCAMPIA MUSIC FEST è un festival multidisciplinare ad ingresso gratuito che si svolge il 14 e 15 settembre nella Villa Comunale di Scampia, sul cui sfondo si scagliano le Vele.

La direzione artistica è curata da Giuseppe Fontanella per Octopus Records.

SCAMPIA MUSIC FEST non è solo un evento artistico, ma anche un momento di condivisione sociale, di impegno per il territorio e di riqualificazione di una location abbandonata e inutilizzata.
È l’occasione per far conoscere un quartiere tendenzialmente non frequentato per attività artistico-culturali o ludiche da un pubblico non locale. L’intenzione è dare vita, attraverso la partecipazione di addetti ai lavori e artisti di fuori regione, e della stampa nazionale oltre che locale, ad una partecipazione non solo locale, al fine di far conoscere un lato di Scampia, molto lontano dall’immaginario dell’opinione pubblica. Si può quindi affermare che tra le mission della rassegna, c’è anche quella del superamento del pregiudizio verso un quartiere, delle persone, e una realtà sociale che molto spesso ne è vittima.

Contest_35 è l’attività attraverso cui, nei mesi precedenti al Festival, si selezioneranno i progetti musicali emergenti che avranno poi la possibilità di esibirsi durante l’evento come open act degli ospiti principali: I MINISTRI e MEZZOSANGUE.

Scampia_short film competition, a cura di Gennaro Maria Cedrangolo, è il primo concorso di cortometraggi interamente dedicato alle periferie. La competizione è destinata ai film girati all’interno delle periferie o che raccontano storie che nascono nei quartieri ai margini delle metropoli. I lavori verranno selezionati entro fine agosto. Partner di quest attività e il PIGNETO FILM FESTIVAL DI ROMA .

Novità di questa edizione è VIVE! è il reportage fotografico a cura di Matteo Casilli che fa parte delle attività organizzate e promosse dallo Scampia Music Fest. VIVE! è una delle attività più interessanti di questa edizione: il reportage verrà presentato in anteprima durante i due giorni di Festival. L’intento è quello di portare in giro per tutto il corso dell’anno le fotografie in mostre specifiche, anche e soprattutto al di fuori dal territorio campano. Questa è la prima attività dello Scampia Music Fest che punta a promuovere un’attenzione sul quartiere che non sia legata alla semplice durata del Festival e relegata solo al territorio. Ma che ha, invece, l’idea di un impegno duraturo, costante e a carattere nazionale (approfondimento dettagliato nella scheda specifica).

L’evento ha, tra le altre, la volontà di approfondire il difficile dialogo interculturale sul territorio, ricco di una mescolanza di etnie e culture che offre momenti di confronto e conoscenza reciproca.

Scampia Music Fest è una due giorni all’insegna di musica live, estemporanee di arti grafiche e visive, esposizioni, workshop di approfondimento del settore discografico e artistico in genere, tavoli di incontri e discussioni, percorsi di scoperta culinaria per favorire lo scambio interculturale, attraverso realtà partner come Chikù, primo ristorante italo-rom in Italia. La cucina è un potente veicolo di superamento dei pregiudizi: negli anni di attività si è appurato come il cibo sia un momento di forte condivisione sociale e quanto sia più facile approcciarsi ad una cultura diversa attraverso un canale sensoriale: il cibo.

Altro partner fondamentale dell’evento è Mammut. Una realtà quotidianamente presente sul territorio da diversi anni.

La varietà di attività legate all’evento punta a renderlo interessante per più realtà e ad offrire, soprattutto ai giovani del quartiere, la possibilità di prendere parte e scoprire ambienti e opportunità che nella quotidianità risultano difficilmente accessibili.

L’evento da quest anno è in partnership anche con Amnesty International – Italia / Amnesty International – Gruppo Napoli. Gli attivisti di Napoli saranno presenti per tutta la durata del Festival presso un proprio spazio dedicato. Si discuterà di immigrazione, accoglienza e integrazione insieme anche a una delegazione dell’ufficio Campagne e Ricerca di Amnesty International. Altra partnership è con Sofar Sound International.

Intorno alla villa comunale c’è disponibilità per circa 500 posti auto, ed è prevista anche una navetta gratuita con cadenza 15′ che porterà il pubblico che preferisce utilizzare i mezzi pubblici, dalla fermata della metro “Scampia” alla location del Festival.

L’evento è realizzato con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...